Almuñécar l’antica colonia fenicio-romana di Sexi

0
292
Almuñécar
Almuñécar

Almuñécar è una città che fa parte della costa andalusa. Questa costa è conosciuta come la Costa Tropicale, grazie alle sue spiagge, al clima caldo e alla vegetazione tropicale e subtropicale. È un’area unica in Spagna e in Europa.

Almuñécar è un comune spagnolo di 21.420 abitanti situato nella Costa Tropicale fra la montagna e il mare nella provincia di Granada, sul rio Verde, nella parte granadina della Costa del Sol nella comarca della Costa Tropical a uguale distanza di 75 km da Granada e da Malaga.

Le temperature non scendono sotto i 16 gradi in inverno e salgono sopra i 35 gradi in estate. La gamma di sport acquatici è ampia e comprende corsi di immersione, vela, windsurf, kayak, jet ski, gite di un giorno e carte nautiche. Ha anche un porto turistico dove è possibile noleggiare o attraccare le barche.

Oltra ai suoi 19 chilometri di costa divisi in 26 spiagge, per gli amanti della natura Almuñécar, possiede una riserva naturale, dove è possibile praticare una serie di attività all’aria aperta come trekking, mountain bike o parapendio.

Tra i numerosi festival di Almuñécar è degna di nota la celebrazione in onore della Virgen de la Antigua. In questa occasione i cittadini ricordano la vittoria di Lope de Valenzuela nel 1569, ringraziando l’intervento miracoloso della loro santa patrona.

La processione si svolge di notte sul mare e termina presso la spiaggia di Puerta del Mar. Numerose barche vengono abbellite per accompagnare la Vergine lungo il percorso. I festeggiamenti finiscono con fuochi d’artificio nei peñones del Santo.

Acquedotto romano

Costruito nel I secolo d.C., insieme alla fabbrica di salatura, l’acquedotto romano è l’opera più grande e meglio conservata di quelle lasciate dalla cultura romana ad Almuñécar.

Forniva l’acqua alla città romana di Sexi, (antica Almuñécar). Successivamente fu utilizzato nel sistema di acequias arabo. Attualmente alcune delle sue sezioni sono ancora utilizzate dal sistema di irrigazione tradizionale.

Acquario di Almuñécar

Assolutamente da non perdere è l’Acquario di Almuñécar composto da 20 vasche che ospitano circa 3.500 esemplari appartenenti a circa 200 specie. 

20 esemplari dorati (Sparus aurata) si sono uniti alle numerose specie che esistevano già nel Oceanarium. L’adattamento è stato perfetto, sia da parte dei nuovi inquilini, sia da parte di quelli esistenti: squali toro, pesciolini, cernie, corvina, sugarelli, pesci balestra, orate, tartarughe marine che si sono già abituati al loro nuovi colleghi.

L’uscita è stata fatta dopo diverse settimane di acclimatazione nel pool medico dell’Oceanarium.

Inoltre, circa 50 meduse (Aurelia aurita) nate nel parco sono già nel loro nuovo acquario.

Sito web: www.acuarioalmunecar.com

Castello di San Miguel

Dell’antico castello di San Miguel sono conservate solo alcune torri di avvistamento vicino alla costa, così come archi, cisterne e altre costruzioni. Oggi è sede del museo della città di Almuñécar.

Parco botanico El Majuelo

Nel parco è possibile visitare una necropoli fenicia e i resti delle fabbriche di salatura risalenti al IV secolo a.C. oltre a un importante collezione di piante tropicali e 120 specie di uccelli.

Un po’ di storia

Almuñécar discende dall’antica colonia fenicio-romana di Sexi. Gli abitanti di Almuñécar devono ai Fenici una città ben strutturata con un’economia fiorente basata sulla salatura del pesce e su una moneta propria. 

In seguito i Romani svilupparono la città da un punto di vista architettonico, economico e migliorarono il settore della pesca.

Nell’anno 775, Abderraman I approdò sulle spiagge di Almuñécar e fondò il Califfato di Cordoba, ribattezzandola Hisn-al-munecab.

In quel momento Almuñécar era già un punto di forza sulla costa, anche se non si può parlare di una vera e propria città fino al secolo XI.

La città aveva un porto, quartieri, periferie, mercati e una grande moschea. Almuñécar fu per secoli un bersaglio costante dei pirati turchi fino alla conquistata dai re cattolici diversi secoli dopo. 

Ai giorni d’oggi Almuñécar ha registrato una crescita economica e urbana spettacolare grazie al turismo.

Il clima eccezionale consente da quasi un secolo la coltivazione e la commercializzazione di frutti tropicali come la chirimoya (con denominazione di origine), mango e avocado.

Principali monumenti

  • Casco antiguo, il nucleo antico sovrastato dal castello con le strade strette e tortuose e coi resti degli edifici romani.
  • Castillo arabe de Sant Miguel, rovine dell’Alcazar della città araba con quattro torrioni fatti costruire dall’imperatore Carlo V.
  • Fortaleza de Herradura, resti della fortezza romana poi araba.
  • Fabrica de saladura resti romani di una fabbrica per la salatura del pesce.
  • Museo Arqueologico detto Grotta romana dei sette palazzi, si tratta dei sotterranei del tempio romano di Minerva adibiti a museo.
  • Torres Arabes de Vigilancia.
  • Chiesa di San Miguel del XIII secolo.
  • Chiesa della Encarnacion del XVII secolo.
  • Acquedotto romano ancora in uso 
  • Colombario romano.
  • Necropoli fenicia Puente de Noy.
  • Monumenti eretti nel XX secolo ai Fenici, agli Uomini del mare, all’Acqua, ad Abderraman.
  • Mirador en el Peňon del Santo, punto di vista panoramico sopra un enorme masso su cui è stata innalzata un’alta croce.
  • Arco in onore di Blas Infante, innalzato in onore del fondatore del nazionalismo andaluso.
  • Parco Botanico El Majuelo.
  • Parco Ornitologico Loro Sexi.
  • Parco Naturale Cerro Gordo, nel punto più elevato selvaggio e spettacolare del litorale.
  • Parque de la reina Excita.

Gastronomia

La gastronomia di Almuñécar si focalizza fondamentalmente sul pesce fresco e i frutti tropicali.

Sono molti i pesci di qualità che possono essere trovati nei mercati e di conseguenza la paella è un esempio tipico della cucina locale con frutti di mare.

Sono molti i ristoranti a disposizione dei visitatori, sia sulla spiaggia che all’interno della città.

Feste

Festival del jazzFestival internacional de circos, Certamen internacional de guitarra Andres SeguraEl dia de la CruzSemana SantaFeria gastronomicaNoche de San Juan.

Video

Paese: Almuñécar
Distanza da Granada: 76 km
Numero di abitanti: 21.420 circa
Sito web del turismowww.turismoalmunecar.es

Oltre a Almuñécar l’antica colonia fenicio-romana di Sexi ti potrebbero interessare:

Albolote, alla scoperta dei resti di ville romane e vestigia del Paleolitico

Baza, il municipio più esteso della provincia di Granada

Víznar e Parco Naturale della Sierra di Huétor

Se ti è piaciuto questo articolo segnalalo ai tuoi amici con i tasti di condivisione che trovi qui di seguito. Se invece vuoi segnalarci approfondimenti, errori o delucidazioni utilizza il modulo commenti in fondo all’articolo.

SHARE

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

14 + tredici =