Il museo dell’Alhambra

0
370
Il Museo dell’Alhambra
Il Museo dell’Alhambra

Il museo dell’Alhambra: il museo da non perdere!

Il museo dell’Alhambra si trova nel Palazzo di Carlo V. E’ dedicato all’arte e alla cultura hispanico-musulmana. “El Jarrón de las Gacelas y la Pila de los Leones” sono i pezzi più importanti dei 312 pezzi che sono esposti nel museo.

Il museo dell’Alhambra è suddiviso in sette sale ordinate cronologicamente, che illustrano l’intera storia ispano-musulmana dal IX al XVI secolo: ceramiche, legni, intonaci e metalli, a cui si aggiunge una sezione di arte orientale musulmana.

Il museo fu creato nel 1870 per conservare e preservare i numerosi resti archeologici trovati dalla Commissione Provinciale dei Monumenti. Nel 1994 è stato assegnato al Patronato dell’Alhambra e del Generalife.

Le sale del museo dell’Alhambra

Sala 1: La sala della fede, della scienza e dell’economia, sono conservate in questa sala due copie del Corano, un “taccuino” solare e una collezione di monete dei diversi periodi ispano-musulmani.

Sala 2: Periodi dell’emirato e del califfato. La sala espone una serie di capitelli provenienti da diversi periodi e un’ampia collezione di oggetti della vita quotidiana come lampadari, bracieri, piatti, brocche e bottiglie.

Sala 3: Pezzi che vanno dal X secolo (periodo del califfato) al periodo Nazarí. Sono esposti oggetti architettonici: numerose ceramiche, colonne, portate dal re Badis di Cordoba, la famosa Pila de los leones; capitelli, bottiglie, brocche, boccali, ciotole.

Sala 4: Sono esposti elementi architettonici provenienti da edifici esterni all’Alhambra, ad eccezione della Fontana di Santa Maria. Sono esposti anche i due leoni che erano di proprietà di Maristan dell’ Albayzín.

Sala 5: Sono esposti una serie di pezzi rappresentativi dell’Alhambra in diversi materiali: colonne, fontane, porte, ringhiere a parete. Al centro della sala si trova il Jarrón de las Gacelas, un pezzo fondamentale della ceramica nazarí. All’interno di una vetrina è esposta inoltre una collezione di pezzi in ceramica dipinta con temi figurativi, geometrici ed epigrafici. E’ esposta anche una porta del Palacio de los Infantes.

Sala 6: Sono esposti pezzi relativi ai palazzi dell’Alhambra quali elementi architettonici, lastre sepolcrali del cimitero reale, la lampada della moschea dell’Alhambra.

Sala 7: In questa sala spiccano i magnifici tessuti, il Jarrón de Fortuny (realizzato in ceramica dorata), oltre ad un’interessante collezione di giocattoli Nazari in argilla.

Informazioni utili:

Indirizzo: Palazzo di Carlos V, Alhambra

Sito ufficiale: www.alhambra-patronato.es

Orari di apertura:

Orario d’inverno (dal 15 Ottobre al 1 Aprile)
Dalle 08:30 alle 18:00 dal mercoledì al sabato
Dalle 08:30 alle 14:30 domeniche e martedì
Lunedì chiuso
Orario d’estate (dal 2 Aprile al 14 Ottobre)
Dalle 08:30 alle 20:00 dal mercoledì al sabato
Dalle 08:30 alle 14:30 domeniche e martedì
Lunedì chiuso

Chiusura del museo:
1 gennaio e 25 dicembre

Ingresso gratuito per tutti i cittadini dell’Unione Europea.

Come arrivare:
Prendere l’autobus Alhambra Bus (bus C3) e scendere alla fermata ‘Alhambra’.

Ti potrebbe interessare anche:

I musei di Granada da non perdere

Se ti è piaciuto questo articolo segnalalo ai tuoi amici con i tasti di condivisione che trovi qui di seguito. Se invece vuoi segnalarci approfondimenti, errori o delucidazioni utilizza il modulo commenti in fondo all’articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

11 − 2 =