Cosa vedere nel centro storico di Granada

0
4310
cosa vedere nel centro storico di Granada
cosa vedere nel centro storico di Granada

Vi proponiamo cosa vedere nel centro storico di Granada, 10 idee per la vostra visita nella magnifica città dell’Alhambra.

Alcaicería – Centro histórico

L’Alcaicería di Granada era l’antico mercato arabo, dove la seta veniva prodotta e venduta. Si estendeva da Plaza Nueva a Plaza Bib-Rambla, nel cuore della medina islamica e le sue case-muro la proteggevano come una cittadella. Oggi a Granada nell’Alcaicería si possono trovare numerosi negozi di souvenir e artigianato, come la famosa terracotta di Fajalauza o il legno intarsiato.

Basílica de San Juan de Dios – Calle San Juan de Dios, 23

Se la Cattedrale di Siviglia è la più grande cattedrale gotica del mondo, la Basilica di San Juan de Dios è sicuramente la più barocca, il cui stile artistico è visibile nelle colonne della chiesa e nelle varie sculture in essa contenute. Scoprila.

La Basilica di San Juan de Dios

Casa de Mariana Pineda – Carrera del Darro, 9

La creazione del Centro europeo per le donne Mariana Pineda ha un triplice scopo: onorare la memoria di questa illustre donna (simbolo della lotta liberale e costituzionalista del XIX secolo), collocare la sede del Consiglio Comunale delle Donne e, infine, aprire questo spazio alle donne di Granada come luogo d’incontro, centro di studi, progetti che riuniscono donne di diversi paesi per la creazione dell’uguaglianza di genere.

Cattedrale e Cappella reale – Plaza de las Pasiegas

Assolutamente da vedere al vostro arrivo in città è la Cattedrale di Granada o Cattedrale dell’Incarnazione (Catedral de la Encarnación), considerata oggi la più grande espressione di chiesa rinascimentale della Spagna. Accanto alla Cattedrale vi suggeriamo di non perdere la Cappella Reale, voluta nel 1506 da i re cattolici Isabella di Castiglia e Ferdinando di Aragona. La Cappella divenne il luogo simbolo della Riconquista della città di Granada con la cacciata dei Mori, ma anche la tomba dove far riposare i loro resti dopo la morte.

La Cattedrale di Granada: un monumento da non perdere!

Centro García Lorca – Plaza de la Romanilla

Il Centro Lorca è uno spazio dedicato alla cura e conservazione del patrimonio letterario del celebre poeta granadino. Situato in Plaza de la Romanilla, accanto alla Cattedrale, l’edificio ospita laboratori, esposizioni e un meraviglioso teatro che propone numerosi eventi teatrali e culturali.

Corral del Carbón – Calle Mariana Pineda

Il Corral del Carbón di Granada è una delle tante meraviglie della città andalusa. Si tratta di una locanda islamica unica del suo genere ancora visitabile in Spagna e in Europa. In precedenza chiamato “Al-Funduq al-Gidida, o Alhóndiga Nueva“, il “Corral del Carbon” fu costruito nei primi anni del XIV secolo. Scoprilo.

Il Corral del Carbón di Granada

Jardín botánico – Calle Duquesa, 13

Originariamente era il frutteto del vicino Colegio de San Pablo de la Compañía de Jesús, l’intero complesso passò all’Università di Granada quando l’Ordine fu espulso dalla Spagna nel 1767. E’ composto da 70 esemplari di alberi di grandi dimensioni, tra cui un Ginkgo biloba, uno dei primi esemplari piantati nella Penisola iberica.

Monasterio de San Jerónimo – Calle Rector López Argüeta, 9

Formato da una chiesa e da un monastero, la sua origine è merito dei Re cattolici. La chiesa ha una pianta a croce latina, un coro sopraelevato e un altare situato dietro un’ampia scalinata. Il monastero ha due chiostri a giardino. Il primo ha una decorazione rinascimentale. Il secondo, oggi convento di clausura, appartiene alle monache Jerónimas.

Palacio de la Madraza – Calle Oficios, 14

Situato nel centro di Granada, in Calle Oficios, fu fondato da Yusuf I nel 1349 durante il periodo nazarí. Conosciuto come Yusufiyya o casa della scienza, l’edificio è stato la sede della prima Università di Granada. Situato nel cuore del centro della città, un tempo occupava uno dei suoi siti più privilegiati, vicino alla moschea principale e all’Alcaicería. Con l’arrivo di Gonzalo Jiménez de Cisneros e dopo l’insurrezione dei Mori, i libri della sua biblioteca furono portati in Plaza de Bib-rambla e bruciati in un incendio pubblico. Dopo essere stato saccheggiato e chiuso, il Palacio de la Madraza è stato ceduto per lungo tempo al municipio di Granada. Attualmente appartiene all’Università di Granada.

Oltre a cosa vedere nel centro storico di Granada ti potrebbe interessare:

Granada Card: per visitare la città a prezzi convenienti

Free Tour Granada: chi li offre?

Conosci Granada a 360 gradi

Se ti è piaciuto questo articolo segnalalo ai tuoi amici con i tasti di condivisione che trovi qui di seguito. Se invece vuoi segnalarci approfondimenti, errori o delucidazioni utilizza il modulo commenti in fondo all’articolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

1 + 3 =